ATTENZIONE:
Il plugin Adobe Flash Player non Ŕ presente sul tuo computer.
Per visualizzare correttamente questo sito
scaricalo gratuitamente dal seguente link

Get Adobe Flash player

  nutrizione dietoterapia cilento salerno palinuro vallo della lucania
Lo studio di Nutrizione Clinica e Dietoterapia del dott. Fabio Fagone è operativo dal 2002,
col passare del tempo e negli anni è cresciuto a livello di professionalità e innovazione, grazie alla passione e all'entusiasmo di chi dedica le proprie conoscenze e competenze e le mette a servizio degli altri. La prescrizione nutrizionale è a tutti gli effetti una prescrizione terapeutica, perché rivolta alla cura di specifiche forme patologiche, se arrangiata o affidata alle mani di non competenti o ancora autogestita, può avere conseguenze indesiderate e potenzialmente dannose alla salute del paziente.


nutrizione dietoterapia cilento salerno vallo della lucania palinuroLa nutrizione clinica, intesa come momento terapeutico rivolto alla guarigione da forme patologiche legate direttamente o indirettamente ad errori alimentari o dismetabolismi, richiede una specifica conoscenza delle funzioni biologiche dell'organismo umano, della eziologia delle malattie in studio, della funzione farmacologica dei presidi utilizzabili e non può che essere attuata dallo specialista.


Come qualsiasi atto terapeutico comporta specifici iter ed accertamenti clinico-strumentali, così anche la terapia nutrizionale deve avvalersi delle metodiche di studio della condizione clinica oggi validate dalla ricerca scientifica;tali metodiche devono intendersi propedeutiche a qualsiasi prescrizione nutrizionale.

In una società troppo concentrata all'apparire e poco all'essere,in cui si da molta importanza alla forma e meno alla sostanza, parlare di benessere psicofisico diventa un'impresa ardua e allo stesso tempo necessaria.

In quest'ottica si pone la Scienza dell'Alimentazione, una branca giovane ma già particolarmente tributaria dei recenti progressi della tecnologia e della clinica che ha maturato in pochi anni esperienze più consolidate,allineandosi alla regola aurea di una medicina finalmente "evidence based". Sui meriti e demeriti della nostra alimentazione troppo si chiacchiera, a tutti i livelli, confondendo gastronomia e medicina,prevenzione e terapia. Così,tra un pregiudizio e una possibile verità, si finisce per raccogliere dai mass media notizie, articoli e interviste spesso di segno contrastante.


La nutrizione coinvolge troppo la vita umana perché si possa accettare che a riferirne le regole scientifiche siano soltanto gli estranei ai lavori, con proposte spesso prive di ogni valore scientifico o chiaramente suggerite dal business consumistico e dalle sue regole promozionali.
È importante infrangere qualcuno dei tanti miti,pregiudizi e tabù che il tempo e a volte i luoghi comuni hanno eretto fra l'uomo e la buona tavola, creando nella mente delle persone la convinzione che chi sceglie di avere un controllo per perseguire obiettivi salutari deve necessariamente allontanarsi da ogni tipo di piacere e gusto ,poiché dieta=sacrificio.

L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) si sta adoperando moltissimo per lanciare nuovi messaggi che possano prendere il posto di quelli sbagliati in voga: l'obesità non è più considerata solo un fattore contrario ai canoni di bellezza, ma è da ritenere una vera e propria patologia.

Seguire un regime alimentare diventa una necessità per la cura e la prevenzione di ulteriori problemi e rientra perfettamente in un discorso puramente salutare.